Festa Festa. Banchettiamo!

 
Oggi è Ferragosto? No perchè ho sempre dei problemi quando arrivano le feste. Se è la Vigilia mi sorprendo a pensare che sia già praticamente Natale, se è il trenta dicembre mi domando cos’ho fatto tutto l’anno per arrivare alla fine senza essermene accorta, se è Ferragosto mi chiedo dov’è andata l’estate. Non ricordo di aver mai granchè dato importanza a questo giorno ma oggi sono stupita, davvero, dalla totale indifferenza con cui la tratto. Accidenti, dovrei essere in piscina a schizzare acqua sulle signore in fase relax o al mare con amici fidati a prendere il sole o, non saprei, bere! Invece sono incollata alla sedia della scrivania (senza libro stavolta, l’ho chiuso e buttato in un angolo, tanto è inutile) e scarabocchio. Oh, giusto, ho anche gettato via bigliettini-disegni-foglietti colorati tenuti in un cassetto per circa quindici anni e di cui ora, ovviamente, non ricordo nè la loro rilevanza nella mia vita nè tantomeno chi ci ha scritto sopra. Quanto è triste tutto ciò. Le cose che contavano a quattordici anni cosa sono adesso? Rovistando ho persino trovato la mia bandana nera di tremetrisoprailcielo e ci sono rimasta male. Che me ne faccio? La butto o la ripongo in una scatola e lascio che Moccia ammuffisca tra i miei cimeli? L’ho tenuta, alla fine. Perchè sei anni fa era fondamentale, era una sorta di bandiera che mi ricordava quanto si amavano Step e Babi, beati loro, e Pollo…il migliore amico che muore sulla moto. Credo di aver pianto per almeno un’ora quando lessi quel capitolo. Ora neanche mi muove pena. E’ dunque questo che ho raggiunto? L’indifferenza? Sarà questo diventare adulti? Eppure quel libro con la copertina stropicciata ce l’ho ancora, lì, tra Austen e Kafka, la sua presenza è indegna ma incancellabile. Insomma, si comincia da Moccia ma magari si finisce con Tondelli. Quella bandana…mi riporta ad una gita a Genova vinta con il Giornale di Brescia in cui pioveva a dirotto ed entrando alla Feltrinelli pensavo di avere tra le mani l’acquisto migliore della mia indefinita esistenza adolescenziale, ero zuppa d’acqua ma guai se il mio 3msc (acc, lo si chiamava così, con questa sorta di codice che ormai conoscono e- giustamente – aborrono quasi tutti) veniva intaccato da una sola schifida goccia. Non ci tengo a riaprirlo, oggi, anche perchè la mia idea d’amore è cambiata, molto. Una pacca sul culo e qualche scappatella in motocicletta non sono certo il mio prototipo di arte amatoria ma un tempo (un tempo. quasi fosse trascorsa un’altra vita. anche se, in un certo senso, è come aver attraversato due vite parallele e differenti) Step era Mr Darcy e Babi, beh, quella gattamorta non era certo Elizabeth, non scherziamo, però era una ragazza, normalissima e un pò stronza. Quel mondo che mostrava lo scrittore gggiuovane non era forse così distante. Enfatizzato e privo di sostanza, certo, ma con personaggi piuttosto reali e non troppo odiosi. C’era di peggio. C’era Melissa P.
 

 
 
Per concludere: che ci trovavo in Moccia, accidenti? Opto per un mondo in cui la figura dell’intellettuale va formandosi intorno ai cinque anni.
Annunci

38 pensieri su “Festa Festa. Banchettiamo!

  1. Pensa che volevo scrivere un intervento simile, su quello che volevo da quest’estate e che non ho ottenuto. Solo che per pensarci non ho dormito stanotte, e giunto alle 5, guardando Phelps che indossava l’ennesimo oro al collo ho pensato: Ma che **zz può fregare agli altri se io non dormo?. Mi sono girato e ho iniziato a zompettare la staccionata con le pecorelle.
     
    Trovo interessante questo post perché tutto sommato è simile al mio stato d’animo. Non amo le feste perché vengono attese per tanto, troppo tempo e nel giro di 24 ore, (delle quali 8 abbondanti le passi a dormire, 3 a mangiare, 2 a digerire e almeno un’altra ora in stato d’incoscienza) finiscono. Abolirei tutto quanto riguarda i festeggiamenti, servono solo a farci spendere soldi in regali che magari nemmeno piacciono al destinatario, oppure ci fanno perdere tempo (il guaio maggiore) in preparativi su preparativi. 
     
    E mi sento come Babi. Ebete.

  2. " e mi sento come babi. ebete".
    già. babi lo era. ma anche moccia. ma anche scamarcio.
     
    colonnello, ma a che serve ferragosto?

  3. nooooooooo ma ho visto adesso che sei di san severo.
    io sono nata a manfredonia (diciamola giusta: manbredonia ahaha )
    ok. chiudo con le nozioni geografiche (oggi la foresta umbra come sta?)

  4. io sono nata a manfredonia (diciamola giusta: manbredonia ahaha )
     
    Mè, veramenDe? Io non sono di San Severo, anzi la pronuncia esatta è Sanzevero… ;-) La Foresta Umbra sta bene, quest’anno non si è incendiato nemmeno un alberello, manco un Arbre Magique…
     
    Per tirarti un po’su il morale quando ce n’è bisogno: http://www.youtube.com/watch?v=rslVpyhpjj0&feature=related …puoi stare male quanto vuoi, ma ci sarà sempre qualcuno messo peggio!!

  5. Ah si??? Siamo a ferragosto??????????? Che MERDA!!!!!!!!!! Se questa che è passara la chiamate estate…eh beh…allora credo che lo sia…io non me la sono goduta e detto sinceramente NON HO FATTO UN EMERITO CAZZO. Il che mi piace, anzi non mi dispiace, amo cazzeggiare…ma…mi sento un pò persa e vuota…non avevo molte aspettative per questa estate 2008…e ci sono stati dei bei momenti … ma pochi…Tipo – oggi – non ho fatto nulla, mi soono trascinata dal computer alla poltrona al cesso…aspettando l’ora dei pasti (ah si sono a dieta , per questo attendo con ansia i pasti) punto . STOP. che noia. e che noia anche Moccia. Non so se quello che ho scritto centrava con il tuo intervento, si dai penso di si.
    Ciao

  6. mmm ora che ho letto il tuo passato adolescenziale ho ripensato al mio
    ero una tipa difficile..
    nn ho visto titanic
    e nemmeno scamarcio
    chiedo venia ai miei amici dell’epoca
    eravamo di due sfere intellettuali diverse: nel caso andavo a buttarmi su Jim carrey
    …so che nn c’entra niente..ecco nn ho neanche parlato di ferragosto (qui cielo grigio) ma mi è venuto in mente e quindi
    si chiama dovere di cronaca
    ahahah

  7. colonnello, mò mò :) certo che malgioglio…accidenti…perchè mi mandi questa roba?  lasciami innocente.
     
    katia, ogni cosa venga detta è ben accetta anche se non è necessariamente un continuo parlare del mio post. puoi benissimo trane ispirazion per poi parlare di altro e faresti benissimo. Comunque no, non ci sei andata lontano ma neanche vicino, diciamo così. Io avevo la tua stessa estate – forse in me una punta di dolore in più ma tralascio – ed è per questo che sono andata a Londra. Ora mi sento persa e/o vuota se non esco a fare una passeggiata. (cazzo. anch’io sarei a dieta. in teoria. il dottore me l’ha detto, perchè ho il colesterolo alto sennò me ne fottevo che sto benissimo!)
     
    gabbry, volevo riflettessimo un pò su questa grigia adolescenza :)
    certo che non veedere titanic…te lo presto? (scamarcio mi faceva cagare anche a 14 anni, sia detto per inciso)

  8. dai dai, mangiamo il gelato piangendo davanti a leonardo che muore congelato (ops…mica non lo sapevi vero??????) e ppi mettiamo su high school musical 1 e 2 e a ripetizione si fa karaoke.
    pomeriggio ideale!

  9. si aggiudicato!
    mi porto il cuscino di jack sparrow..da abbracciare durante eventuali scene tristi
    hehe
    u.u

  10. Oh Gesù sti due libri li ho letti in 15 minuti alla Feltrinelli, uno mi ha fatto più vomitare dell’altro, ero sconvolto che un editore avesse accettato di pubblicarli…ok, sarò strano io che a 13 anni ero l’unico della mia classe ad aver letto "Il nome della rosa" però Mocciola e la Melissa no!Ps: io è da quando ho 16 anni che faccio stagione…quando arriva il 15 me ne accorgo eccome!

  11. mmm io 3msc l’ho letto diciamo…. l’estate scorsa, sì. Non c’avevo nulla da fare…. e così ho saputo come occupare un’ora della mia vita. MMM farei causa a Moccia perché io quell’ora LA RIVOGLIO INDIETRO!!!per rispondere al tuo quesito:io ho cominciato in seconda media a fare l’intellettuale. Non mi voleva nessuno perché non facevo la ragazzina feschion (sì, scritto così) e ascoltavo i Metallica. Così, nella solitudine, mi son letta in rapida successione IL PIACERE, IL FU MATTIA PASCAL e IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI. La prof di lettere, quando glielo dissi, rimase shockata per dieci minuti. mah.Ma son d’accordo con te, Cla.
    Io mi son accorta che Natale era arrivato il giorno prima dell’esame di economia politica, il 20 dicembre. Ho guardato il datario sull’orologio e ho visto 20. 20 novembre? No, troppo freddo. 20 DICEMBRE? Oh toh, è Natale. Jingle Bells ecc ecc, ecco perché all’Ikea ci son le lucine fatte a stella. ehmehm vergogna. :D

  12. la mia idea è qsta..per disprezzare devi conoscere…infatti io sperimento le cose più svariate(fermi lì tt malpensanti)…..mi sn letta 3msc in terza media,anzi,me lo sn letto qndo ancora nn era in stampa….con i capitoletti allegati al cioè,e poi m sn comprata il libro…quello è stato il libro che ha segnato la maggior parte delle mie scelte,benchè il mio Step bresciano nn avesse una  moto ma una bici sgangherata e io nn andassi a scuola cn la mercedes grigia…..Non ho mai preso quella storia come Amore,ma semplicemente come un colpo d testa,il colpo d testa d una ragazza che è cresciuta tra mille clichè,stretta in ruolo nn suo..e Moccia ha semplicemente scavato nelle sue memorie adolescenziali andando a ripescarne alcune,sapendo benissimo che sarebbero andate a colpire immediatamente il cuore delle ragazzine….Dopo 3msc,m sn letta pure ho voglia d te,e l’estate scorsa,mentre mia madre m teneva rinchiusa in casa in punizione,tra un libro sulla psicologia materna e uno sulle dipendenze,m sn letta pure scusa se t chiamo amore…Non sono libri,nn sono romanzi,ma nn si puo’ giudicare a priori…non tutti son nati per capire il caro william shake,o jane austen,o per apprezzare il teatro goldoniano piuttosto che brectiano…c’è chi ama i tokio hotel e srive tutto kk ngjt e non ama leggere…..Io non so ancora bene a quale cavolo d setta,casta classe sociale o umana appartego,se ai metallari,ai modaioli,ai comunisti,agli anticonformisti,agli intellettuali,agli sfigati..io ascolto ogni genere musicale,leggo di tutto,adoro imparare,scrivere e destreggiarmi nelle varie arti,guardo uomini e donne e indosso il chiodo con le prada…..e nn voglio scegliere un’unica via per essere stereotipata,per appartenere ad un popolo…io amo essere informata su qualsiasi cosa,adoro poter discutere su ogni fronte ….è la psiche umana che m affascina….cerco d costruirmi una personalità multicolore con tt ciò che m piace….come costruire un muro rubando il mattone che m piace di più da ogni casa…e quindi..nn so pallino mio cosa cavolo volessi dirti all’inizio del commento,forse nulla…fattosta che il tempo passa inesorabile e le cose cambiano,tantissimo…shit

  13. about rain and other devils, ci si impiega davvero poco a leggerli ma poi…LA STORIA LA RICORDI PER SEMPRE. Ocio, è una minaccia. Per rispondere a "perchè un editore pubblica sta roba?". Perchè fa soldi e la cultura l’arte l’amore sono belle cose ma non ci guadagni e come diceva giustamente Oscar "l’arte è bella ma inutile". Un editore vuole guadagnare e con dan Brown o cavolate simili fa un pacco di soldi. Che da lì può pubblicare Calvino senza sensi di colpa.
     
    bea, io non considero sprecate quelle ore sui quei libri perchè, parlando di 3msc, era per me centrale. Penso, adesso, che non ci sia nulla di male a leggerli a 15 anni, faresti la quindicenne, ecco, ma il guio è quando a 20 leggi ancora quella roba. sulla spiaggia ad agosto passi, ma tutta la vita "libri" simili, beh, hai una superficialità da capogiro. E purtroppo c’è tanta gente così. Attorno a noi. Bisogna fare qualcosa.

  14. vale, con te un commento a parte :D
    no, mi spiego. Sono d’accordo con te. Vari post miei, qui e là sarebbero da cercare, mi vedevano ferma e convinta sul fatto che "non puoi avere 15 anni e avere degli stereotipi". Cazzata. Col senno di poi ho capito che è obbligatorio avere stereotipi e provare tutto (ti capisco, io come te ho provato, molto e giustamnte e non torno indietro, assolutamente) e a amggior ragione qundo sei "piccolo" come puoi sapere chi sei o scegliere cosa ti piace se non fai qualcosa?Io. anche grazie a Moccia, ho capito che non è questo quello che voglio, che sono, che cerco. Io ho idee diverse, io voglio stare con persone che non pensano solo ed esclusivamente ad una cosa nella vita , ma ne vogliono e cercano molte, spaziano, hanno idee. Non mi piace quando vengo additata come "di sinistra – punkettona – questo – quello". Io sono stata. come tutti, e sarò qualcos’altro. Ma sono sempre Clara. Ascolto tutto quello che mi va e non mi disturba dire "quello mi piace quello no", apprezzo la moda e la seguo quando posso. Sono io, conosco me stessa e dopo il mio viaggio mi sono anche ritrovata, mentalmente. Quindi so che intendi vale, e non critico chi legge Moccia. Mi piacerebbe solo che chi lo legge poi cresca, ma non solo culturalmente (non tutti possono capire Shakespeare ma quello che dicono è universale) anche psicologicamente. Crescere. Non crescono solo le ossa.

  15. Si era quello che volevo dire,ma quella sera(come confermerà la ciccia se glielo chiedi)ero un po’ ciocca…e quindi..il concetto di base c’era,solo che non era espresso al meglio.Anche io son sempre Vale,e sono orgogliosa di ciò che sono.Dopo Londra ho imparato una cosa fantastica….ad essere esattamente quello che mi cva di essere,senza guardar troppo cosa pensano gli altri…..prima mi convincevo che non me ne fregava assolutamente nulla.,…ma mi son resa conto che era una grande cazzata.Adesso invece ho capito realmente.Vivo così,come capita,seguendo mil vento,ogni giorno fino in fondo.

  16. "Vivo così,come capita,seguendo mil vento,ogni giorno fino in fondo."
     
    esattamente.
    (cosa che non c’entra molto ma un pò sì: ieri sera mi sono messa il vestito comprato  a camden. gioia intensa!)

  17. WOW come sei confusa carissima…
    Ma devo ammettere che scrivi bene… ho hai una dote innata o leggi molto e mi complimento con te!
     Diventare grandi non deve portarti all’indifferenza, ma semplicemente vivere fortemente tutto ciò che ti circonda cercando di captare ed acquisire tutto nei minimi dettagli cercando di migliorarti imparando dalle esperienze del passato e mai smettendo di apprezzare tutto ciò che di bello abbiamo e che siamo!
    Ascoltando chi ci sta intorno e parlando a chi non ha argomenti di cui parlare.
    Su con la vita che 3MSC non è altro che una storia d’amore passata e che non sarà mai uguale alle nostre storie d’amore che abbiamo vissuto o che vivremo.
    Ti abbraccio forte e ti invito a passare per il mio SPACE se ti fa paicere, senza impengo naturalemtne!
    A presto, Salvatore da NApoli.

  18. confusa? non mi pare. non più comunque. (grazie per i complimenti, leggo molto ma mai abbastanza…..)
    ce ne saranno di tremetrisoprailcielo no?

  19. Il ferragosto può andare peggio, credimi. Per Moccia non faccio commenti, era giù fuori dalla mia portata quando uscì.

  20. oooohhh..finalmente la piccola Cler cresce e si allontana dalla mocciofilia!grande gaudio per questo avvenimento!
     
    …Ricordo, e non so se c’entra qualcosa, che qualche hanno fa su un muro della scuola di mio fratello (io sono la tipica "sorella grande"della cui maggiore età usufruiscono i fratelli piccoli per scanzarsi l’interrogazione di chimica) c’era scritto: "io e te 4msc…perchè al terzo è tutto occupato". Credo di aver riso per ore.

  21. josef, direi che il mio ferragosto è stato inutile e dimenticabile come gli altri, non peggiore.
     
    ex-prosty, hai ragione. ma resta un cretino.
     
    alice, ho riso anch’io parecchio. E’ una frase moooolto romantica che meritava una foto da immortalare nel webb. non fartela scappare una prossima volta. (anch’io sono la maggiore. ma non intendo slavare mia sorella dalle interrogazioni) (stronza fino in fondo)

  22. Pallino hai una sorella?ma perchè io non so mai un cappero?anche sorella francesca della Bea è saltata fuori poco tempo fa…

  23. oh sì vale. si chiama simona, ha 12 anni, io le dico "ciao puzza" quando la vedo (rapporti magici) e vuole farsi il ciuffo emo. a parte questo, beh, non è che tu ti sia persa molto :D
    neanch’io so "le piccole cose di vale". devo provvedere.

  24. notavo di aver scritto "qualche Hanno fa", con l’acca, che sarà pur muta, ma non invisibile. La cosa mi ha procurato un cardioproblema di qualche tipo che non so. Blame on me!

  25. Anche se nessuno me l’ha chiesto, io ho un fratello e una sorella. 20 anni. Gemelli. Fra di loro, non con me…Noo! Non il segno zodiacale..sono proprio nati lo stesso giorno e fuoriusciti dallo stesso utero, anche se nessuno ci crede. Bene, mio fratello lo amo e lo chiamo Pallino (anch’egli), mia sorella…beh,no, non la amo. E non la chiamo. Pochi la amano. E solo il suo ragazzo la chiama. Troppo spesso. Dubito che la ami però.
    Ah! anch’io sono gemelli. Segno zodiacale, intendo.
     
    A chi interessa tutto ciò alzi la mano.
     
    Non c’ho un c**** da fare.

  26. anche io sn dei gemlli..di maggio
    e ho un fratello..non gemello, ma gemello di segno..
    ma ho due zii che son gemelli tra loro
    così giusto per la cronaca…
    nemmeno io ho molto da fare… -.-”
     

  27. a parte che un pò saggi sono anche i bambini, a parte che si può vivere anche senza la filosofia (e ci credo, ma anche no) specialmente quella tedesca, a parte che non ho mai letto 3msc… aspè mi sono perso… cosa stavo dicendo???????????

  28. alice e gabbry care, mi piace quando non avete niente da fare perchè anch’io, l’avrete ormai imparato, ho ben poco da fare, per molte ore al giorno e non è un vanto ma facciamo finta che.
    alice, mi spiace che tua sorella non sia amata e che la tua acca sia così prepotente, l’ho notata solo ora anch’io, ma tranquilla, per solidarietà scriverò anch’io le acca così finchè la lingua italiana non cambierà. HAVETE CAPITO?
    non so se mia sorella l’amo, le voglio bene, le rompo le scatole…però..beh…sì forse ci tengo. Non lo so, ho una forma di egoismo innata. devo pensarci.
    sappiate che io sono cancro e non credo nei segni. e non ho zii gemelli. neanche amici. vabbè.
     
    gaetà, io il senso del tuo discorso credo d’averlo capito. Una cosa del tipo: "vivi con la cultura ma non troppa che fa male". O forse non intendevi quello. Comunque la filosofia tedesca..perbacco..che palle. a parte qaulcosa dubito di averla mai mandata giù.
    Leggi 3msc, contiene modi per rimorchiare esaltanti.

  29. Mr Darcy&Elizabeth(cuore).
    Ho letto il libro.visto il film.riletto il libro.riletto di nuovo.e ancora. e rivisto il film e così via.. credo sia un circolo vizioso.. un vortice silenzioso che mi vincola a quell’opera.

  30. lo credo anch’io. se ogni tanto mi sento annoiata e sono vicina la divano (ehm ehm quasi sempre) mi lancio su orgoglio & pregiudizio. libro che ho letto 25mila volte.

  31. è vero……..io preferisco il film con keira knightley che quello con colin firth (che poi, quello, mi sa che c’è solo in inglese……)

  32. ahahah sono sempre graditi comunque. si vede che tira più un capello di moccia che un carro di buoi.
    – ecco, è l’autrice ad essere così poco intelligente :D –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...