Fringe: the end begins

Stasera, negli USA, finisce Fringe. Se non sapete che cacchio è Fringe (WTF? è la vostra espressione facciale) vi siete persi uno dei migliori telefilm Sci-Fi in circolazione (io direi IL migliore perché, sinceramente, Star Trek – Babylon V e cazzi e mazzi è un po’ che girano e non definirei Doctor Who proprio Sci-Fi in senso stretto). Finito Lost, il caro J.J. ha pensato che fosse tempo di impegnarsi in cosucce fantascientifiche lasciando ai fan di Lost una morte lenta e dolorosa e a nuovi fan un grasso SLURP.

Universo 1 e universo 2. In uno io sono la donna di Ryan Gosling.
Universo 1 e universo 2. In uno io sono la donna di Ryan Gosling.

Insomma, basta dilungarsi: Fringe è stupendo. Ogni stagione rappresenta vicende diversissime e, quasi sempre, anche ambientazioni, tanto che un telefilm, ad ogni stagione, diventa più telefilm. E già questo è superlativo.

Prima stagione: sembra X-files (che era g-r-a-n-d-i-o-s-o), alieni a parte. Seconda stagione: metà X-files e metà scienza post-punk-salcazzoches’inventano. Terza stagione: universi paralleli (una parola: WOW!) (anzi sei parole: ci sono ancora le Torri Gemelle). Quarta stagione: vintage. Recupero della prima e ricomincia tutto da capo, come se ci fosse stato un black out nella memoria telefilmica di fan e J.J. Vediamo la prima e la seconda stagione completamente diverse, come se non le avessimo mai davvero viste. Non mi spiego? Ecco perché dovreste vederla. Quinta stagione: futuro, tecnologia avanzata, pseudo scienza, dittatura politica, e chi più ne ha…

Stasera non vedrà una sesta stagione e i motivi sono due: 1) la Fox ha il mestruo; 2) J.J. invece che cazzeggiare poteva cercare di fare più pubblicità e non mettere Fringe vicino a telefilm di massa. Lo sanno tutti che la massa è…la massa.
Ad ogni modo questo bel programma che tanta gioia mia dava e che era l’unica occasione per capire e apprezzare fisica e chimica chiude. Chiude bene, non che la mattina dopo ti svegli e ritorni con la faccia in mood WTF?!?! C’è una vera e propria season finale. 

Ma comunque morite, voi dell’ufficio marketing della Fox.

Fringe: un nuovo promo della series finale

Già.

Annunci

7 pensieri su “Fringe: the end begins

  1. E’ da un po’ che ce l’ho nella to do list…ne ho visto un paio di puntate e mi è sembrato davvero affascinante! Dopo questa sessione d’esami penso proprio di dargli un’occhiata!

  2. Ti sei fatta due nemici con questo post: la Fox e me perché pensi sempre e solo a Ryan Gosling.
    Pof.

    1. La mia preferita è la terza nei due universi. Oltre alle prime due che sono pezz’e core (chissà se l’avrò scritto bene). L’ultima stagione, in toto, è bella ma…non al suo massimo. Risente, secondo me, della fretta di dover chiudere perché la Fox non sganciava più. Ha influito tanto, è un po’ frettolosa e lascia tanti dubbi – non voluti penso. Purtroppo meritava una stagione completa, non 13 puntate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...