Che sòla!

Oggi è giornata di sole, fuori dalla mia finestra. Ho guardato tutti i telefilm guardabili (tutti i telefilm che contengano zombie), risposto a mail indecenti che avrei volentieri gettato e mangiato pollo. Ora sto qui a riflettere, fissando il calendario di – chissà perché a me – Frate Indovino e il libro di lingua hindi. Penso, sostanzialmente, a certi casi umani che dovrebbero andare in analisi per un minimo di cinque o sei anni. Penso a certe amicizie che per un nonnulla (e soprattutto per un nonnulla stupido, privo di sostanza e di gravità) ti segnano a vita, magari quando hai pure ragione. Penso a chi, dopo anni insieme, condividendo anche qualcosa – non dico importante, non dico fondamentale, ma comunque qualcosa, anche di bello – ci mette mezzo minuto a mandarti a casa in malo modo. Forse è perché quando si diventa adulti capita più facilmente, diventa una prassi comune, tra lavoro e relazioni interpersonali ambigue, confondere i piani e chiamare amico chi non lo era o sbarazzarsi di qualcuno prima che puzzi il suo cadavere, eppure non mi è mai capitato tanto spesso come in questi ultimi anni. Tanto aumentavano i miei impegni, le mie responsabilità (molte virgolette), i miei interessi e i miei desideri o ambizioni tanto si creavano situazioni al limite del paradossale. Un libro che mi sono scordata di riconsegnare diventa pretesto per annientare anni di liceo insieme. L’essere più esperta di una faccenda e quindi per questo non fare l’ameba , ma valutare, aprire discussioni, contestare è l’occasione per diventare la polvere scomoda nell’angolo buio. Per non parlare del momento in cui, dopo anni a farsi il culo, arriva qualcuno e ti spiattella che non capisci un cazzo (disponibile nella versione: “io non avrei fatto così” – ma non lo fai tu, ergo…).

Ora non ho molta voglia di disquisire su come funzioni la mente umana, anche perché mi è partito il tasto invio e mi è andato il post senza aver concluso nulla (sì, ci ho serie difficoltà ultimamente con wordpress), ma la sostanza è: posso io sentirmi libera di replicare con un geometrico “che il diavolo ti porti” o un sibillino “che ti pervada i sensi la diarrea” o è meglio, dopo aver lasciato passare del tempo, eliminare le scorie e depurarsi? Perché un pò di scorie finora le ho tolte, ma ogni tanto tornano. E’ molto strano, quasi…malato che più si è amici e più si è bestie quando si vuole discutere o cancellare quell’amicizia. La vita reale non è facebook, non si può premere il pulsantino e morta lì.
Mi rendo conto perfettamente che sia più facile sfanculizzare e poi andarsene con un’alzata di spalle, ma io non sono fatta né per le uscite di scena né per le alzate di spalle.

Beninteso, comincio a fregarmene di voi, siete delle sòle e imparo a riconoscervi a distanza.

Annunci

10 pensieri su “Che sòla!

  1. vedo che è un problema comune conoscere persone che vivono solo ed esclusivamente su facebook e basano le amicizie su un “accetta” o “elimina”.
    ebbene si..cara cler, questo è il 2012!
    le amicizie si coltivano con gli anni offline e non dietro ad un pc, e se le buttano via in 4 minuti è perchè non interessano poi così tanto..
    questa cosa fa ogni volta male, perchè noi comuni mortali ci mettiamo vita e anima in quelle amicizie e ci troviamo sempre a 90!!
    mannaggia a noi

    1. cara Elisa, tutti i porno divi sono concordi nel consigliare in questi casi di lubrificare sempre e comunque il passaggio rettale.
      Ciò riduce il rischio di abrasioni e quindi il proliferare di germi e malattie.
      Va bene prenderlo in quel posto abitualmente ma almeno evitiamo inutili strascichi clinici!!!!

    2. Devo dirti Elisa che sto raggiungendo un livello di tale cinismo che ormai neppure ci soffro. Mi stanco. Mi stufo. Sbuffo e rispondo “uffff….”. Mi annoiano.

  2. Mentre Ti leggevo, sentivo un sogghigno beffardo sulle labbra, perché ho un curioso senso di deja vu!
    Credo, ad ogni modo, che ti riciclerò il “ti pervada i sensi la diarrea” :3

      1. adesso c’è anche la moda di bloccare eh.
        del tipo IO ti tolgo dagli AMICIDIFACEBOOK perchè non ce la posso proprio fare a vederti SOLO lì. Poi tu dopo questo meraviglioso affronto mi blocchi.
        oh si sta male eh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...