Rosse scarpe su ponti rossi

Camminando su Ponte delle Navi, coi tacchi che fanno male e tutto il resto.

Il fiume straborda, è pieno, c’è sole e c’è gelo. È bella, oggi, la giornata. Guardo a destra, dove ci sono il Teatro Romano e la piazza e l’ex convento. Ci penso un po’. È il mio paesaggio preferito, insomma, lo era da 3 anni. Col bel tempo viene quasi voglia di studiare in questa città, solo per vedere i tetti rossicci che spuntano. E i cipressi. Là dietro ci sono vicoli esplorati coi giochi di strada, qualche tempo fa.

Le scarpe rosse, lucide. Scricchiolano.

E quello che non sai se arriverà, che non sai se è giusto per te, che non sai se sarà un ponte per il futuro o lo sfizio di chi ha studiato arriva, comunque. Ed è una delle ultime volte che veleggio sui tacchi per andare al di là della strada.

E cambiare lascia un po’ di pensieri.

Annunci

6 pensieri su “Rosse scarpe su ponti rossi

  1. Come si suol dire, “chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quello che lascia ma non quello che trova…”.

    Sdubbiati:-)!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...