Finchè Gelmini non ci separi

Se ti svegli, una mattina, e neppure una deliziosa fetta di
torta al cioccolato accompagnata dalla notizia che inizia il weekend ti salva
dal peso di un’intera settimana grigia, allora è proprio dura, la vita. Ma cosa
può affliggere un ventenne con in mano un’ottima colazione? L’università.

Nuovo ordinamento: il problema non è cambiare, fare
pulizia di baroni duchi conti e corsi fantasma o guardare al futuro. No, certo
che no, noi giovani lo vogliamo abbracciare con foga questo caro Futuro, ma se
si vuole modificare profondamente qualcosa di ben radicato e gerarchizzato, se
si desidera migliorare e spingersi verso una nuova era, beh, non si può mica
chiudere gli occhi e buttare tutto. Una o due conseguenze ci saranno. Come, ad
esempio, studiare Lettere Moderne Curriculum Storico e non avere materie da
seguire al terzo anno. Come mai, di grazia? Perché il nuovo ordinamento ha
tranciato via storia di questo, storia dell’altro e varie altre storie. Ah.

Questa frenesia di diventare moderni nel giro di un paio
d’anni ha portato ad avere studenti sprovvisti, loro malgrado, di corsi di
laurea per loro obbligatori, sempre che vogliano laurearsi. A molti, visti i
tempi, conveniva iscriversi a Medicina. Se io volessi sostenere un esame di
geografia, ad esempio, sarei obbligata a farlo da non frequentante, con libri
che nessuno mi ha spiegato e senza la certezza che il professore ci sia. E
tutto questo farcito da un buon numero di code per uffici vari al fine di
scoprire se mi è dato o meno usufruire di un servizio per cui ho pagato.

Il punto è che per cambiare bisogna prima creare delle
situazioni di riparo, di appoggio per chi questo cambiamento non può
sostenerlo. Uno studente al terzo anno, prossimo alla tesi, non deve e non è
giusto che si trovi senza ciò per cui ha scelto di intraprendere l’università.
Eliminare gli sprechi non può voler dire agguantare le tasse scolastiche e poi
non fornire professori, assistenti, libri e, soprattutto, lezioni. E’ quasi
ridicolo che si debbano fare quattro esami su sette a occhi chiusi. E che per
aprire gli appelli online bisogna andare a caccia di insegnanti disposti a
interrogarci, come fosse un favore e non un preciso dovere lasciarci studiare e
andarcene per la nostra strada.

Annunci

16 pensieri su “Finchè Gelmini non ci separi

  1. No, aspetta, questo intervento l’ho scritto io ma non me ne sono accorto?! O io sono Cler? Ehm… No , forse basta un pò di raziocinio.

  2. Se io sono Cler tu potresti essere Josef, però se così fosse ho sbagliato indirizzo e genitori e poi c’è il problema sessualità…. No no…. forse sono tutt’altro. …. ….. …. -_-Comunque non c’era nessuna accusa di "plagio"… Constatavo solo la trasversalità della questione universitaria italiana.

  3. beh di questi tempi, josef, non si può star sicuri neanche della propria identità. e con questa perla di saggezza popolare ti assicuro che l’università italiana non è che sia più fica ora che c’è la gelmini. semmai si è andato a creare un gran caos, oltre a quello già presente, a causa del nuovo ordinamento.e non perchè rinnovare l’università sia un male, ma perchè rinnovarla senza adeguate misure è una cazzata bella e buona

  4. si lo vorrei anche io..e anche il mio prof che ripete triste "voi siete gli ultimi che potete ususfruire di questo corso"sniff sniff

  5. anche da me! *_* "Voi siete gli ultimi a laurearvi con l’ordinamento questo…"Il corso di laurea di Studi Internazionali muore con noi ç____ç che cosa deprimente.

  6. cazzarola, se mi chiappa Gabby mi sbatte in una vetrina illuminata per fare l’ULTIMO esemplare di laureato di S.I. con l’ordinamento vecchio XDno, ma figuratevi, che c’è un tizio del mio corso che ha 29 anni (!!!) e che è dell’ordinamento ANCORA più vecchio.Lui sì che è un fenomeno da baraccone XD

  7. Ci sono due cose che sfuggono al pensiero gelminiano: il passato, il futuro. E anche un po’ di buonsenso.

  8. mi chiedo sinceramente come si possa voler cambiare ELIMINANDO. Al di là di Mariastella che non è il primo nè sarà l’ultimo ministro a fare il suo, diciamo così, percorso, ma perchè il passato viene cancellato anzichè rimodernato?oggi, ad esempio, ho scoperto di avere un esame fantasma. cioè hanno tolto materia e professore ma io cmq devo sostenerlo.bene.ma come?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...