The power of love (a short tale for Schermi D’Amore 2009) n°5

 

Tina, dicci come l’hai conosciuto, il nonno” le diceva battendo il pugno sul tavolo e facendomi l’occhiolino. La nonna, di spalle a impastar dolci, quasi la sentivo sorridere. “Ehhh pulivo le case dei signori ricchi e lui, con la sua valigetta maròn, si fermava sempre a interrogrami di certe cose malandrine che non capivo. -Tina – diceva – ma che ne pensa lei di questo,di quello, di quest’altro-. Finchè una buona volta lo guardai, misi via le mie pezze e replicai -Via! Se le piace tanto che si parli tra noi m’inviti a cena-. Quel pazzo mi sposa, invece. Così la si chiacchera sempre, penso io”.

E il nonno lo vedo, in qualche giorno di malinconia, ridere innamorato ogni volta che la raccontava, questa storia.

 

 

Annunci

6 pensieri su “The power of love (a short tale for Schermi D’Amore 2009) n°5

  1. ma perchè è sempre colpa nostra?qualcosa di buono lo faremo. amare è un sentimento che non può andare vicino alla parola "superficialità" altrimenti amore non è, a mio parere.se questo nostro modo di amare ora è complicato e sciocco, vuol dire che non amiamo affatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...