(S)comparse irresponsabili

 

Certe volte vuoi come scomparire. Non scappare di casa, morire o che so io, ma proprio svanire in una nuvola di fumo. Alla maniera di quei prestigiatori che puf! un minuto prima sono di fronte a te, giocherellano con carte e conigli, e in un batter di ciglia non sapresti dire dove sono. Scomparsi. E grossomodo è questo che penso io, così vorrei andar via. Come la polvere sotto il tappeto o le ombre della strada che si proiettano in camera. Non essere niente di veramente invisibile, esserci, ok, ma che nessuno mi noti. Sarà colpa delle responsabilità, degli impegni, bah. Parole che mi innervosiscono, sinceramente. Le strapperei dal dizionario, o dal mio cervello potendo. In assenza di queste cose si starebbe meglio, ne sono certo maledizione.

Insomma, a me pare una buona idea. Evitare addii che deprimono, spesso, e lasciar poche frignate dietro di sé. Voglio dire, gli amici verrebbero prontamente avvisati della cosa, che poi ridano è altra questione. I miei genitori, quelli…beh quelli si arrangino. Niente contro di loro, per carità, ma non capiscono mai. Hanno sempre la convinzione di sapere tutto e di aver vissuto abbastanza per dispensare perle di saggezza, ma concretamente non sanno quasi mai un cazzo. Vivono alla cieca come noi tutti, solo lo fanno da più tempo – e non è che sia proprio una cosa di cui andare fieri.

Ci sarebbe poco da organizzare. Anzi, niente. Tu sei lì che blateri qualche sciocchezza con un compare e appena ti accorgi che ti stai dileguando, saluti un attimo prima di fare quel leggero sbuffo vaporoso, puf!. Insomma, perlomeno te ne dovresti accorgere un momento altrimenti può essere una gran fregatura. Sei magari intento a fare la tua sana pomiciata e sparisci di botto. Come niente, se torni, quella non ti vuole più sentire. Ecco, non creare problemi, non so se mi spiego.

Perché puoi averne a male di essere sempre non-visibile, puoi voler tornare. Dopotutto anche esser visti, avere persone che ti rivolgono la parola, mostrarsi…beh, dico, non è malaccio.

 
Annunci

2 pensieri su “(S)comparse irresponsabili

  1. credo che un pò lo sia, in effetti.sparire, olutamente, quel tanto che basta per ripigliarsi un attimo. non è un elemento negativo, ma piuttosto sano i determinati momenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...