The power of love (a short tale for Schermi D’Amore 2009) n°4

 

Sto sempre alla stazione. Passa un treno, poi un altro, poi ancora due tre quattro e io non ci salgo su, io li guardo e li colleziono, sì, scatto una foto ad ognuno di quelli che vanno. E chissà come, si vede che è fortuna, c’è sempre una ragazzetta diversa al finestrino, bambine donne giovani vecchie bionde more rosse sensuali bruttedaspavento. Ogni volta diverse. Sarà che son così, le donne, che cambiano ogni minuto. Ma le amo, sempre. E sarà che son così gli uomini, che le amano senza conoscerle mai.

 

 

Annunci

8 pensieri su “The power of love (a short tale for Schermi D’Amore 2009) n°4

  1. Devo aver perso qualcosa lungo la strada… ah, giusto. Erano centinaia di donne. I loro volti, e non solo (voglio esser sincero).

  2. Alla stazione la gente mi rutta addosso, anche all’estero. Il mio è un quadretto sconsolatamente infelice.

  3. non hai tutti i torti :Dma cerco sempre i perchè e i per come e con Edoardo son spiazzata!!poi la gente che rutta in stazione…accidenti…non va bene. rende tutto grottesco.

  4. Significa quello che c’è scritto: la gente mi rutta addosso; e non è proprio piacevole.P.S. I miei commenti sono pieni di difetti, ma ci vuole un po’ di buona volontà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...