The power of love (a short tale for Schermi D’Amore 2009) n°2

 
Nel traffico, con la mamma che fissava un punto all’orizzonte oltre la coda, stretti stretti in una lunga fila strombazzante. “Quando siamo a casa?” “Presto, presto” sbuffa. Piove, anche. E fu lì che una debole manina rosa scrisse sul vetro appannato della macchina di fronte qualcosa di indefinito. C’era una bambina che contava le gocce di pioggia, li sorrideva, ne era ammaliata. La guardavo, mi batteva il cuore, volevo essere con lei a ridere del brutto tempo. “Mamma, io posso amare?” e lei rise. E non so perché, non so come si possa ridere di una cosa come l’amore.
 
 

 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...