Notte brava

 
C’è un fascino incredibile in un bicchiere di vino, che poi diventano due calici, poi un altro sorso, poi una birra, poi due anime nere, poi.
C’è.
C’è il fascino di poter buttare giù qualcosa senza pensare, visto che, quotidianamente, si pensa troppo. O troppo poco.
Pensare è una delle cose peggiori. Pensare, credere, amare sono tre cose che nascondono insidie incredibili.
Rifletti continuamente, noti come le cose o le persone cambino ma t’illudi cretinamente e credi, che altro puoi avere se non fede? E credi, prendendo quell’aereo in una mattina di luglio, e credi, scrivendo pagine su pagine in un parco assolato – De Andrè nelle orecchie, la sua musica sa cosa provo – e credi, cercando il regalo giusto a Natale, una festa di cui non ti fotte niente, una festa per cui non hai fatto mai regali a qualcuno, neppure alla tua migliore amica, ma un regalo, uno, lo fai.
Pensare.
Devo smetterla di farlo. Un giorno sono partita e al ritorno avevo capito. Adesso di nuovo non capisco. E penso. E trangugio un pò di vino, e ho l’occhiata impietosa di qualche amica che gentilmente recupera la borsa abbandonata chissà dove. Gli amici sono proprio entità superiori. Niente arriva al momento giusto, loro sì. Fortunatamente.
 
Quanto mi sento stupida ad aver deciso di pensare ancora (chi non pensa è vuoto!, intanto io sono solo piena di alcol), ad aver deciso di credere ancora (Buona Fine Buon Inizio mi aveva detto qualcuno. Ci avevo creduto, davvero…). Quanto mi sento stupida ad aver…
 
Oggi ho gli stessi sintomi di allora. L’emicrania, la non voglia…Gli stessi.
Tutto perchè ho pensato di credere all’amore.
Annunci

7 pensieri su “Notte brava

  1. Cosa accidenti si può commentare di fronte a questo. Normalmente potrei dire che i momenti non lucidi sono inutili perdite di tempo e non bisogna autocommiserarsi e tutto questo genere di cose che si possono scrivere in un blog sono menate sopravvalutate e a volte basta solo smettere di lamentarsi e darsi un organizzata che in un paio di mesi i conti tornano tutti. Ma questo intervento è stato scritto a partire da un amore che ha deluso. Giuro che un giorno capirò tutto sull’amore, ma adesso per come sono messo non posso proprio comentare nulla.

  2. ecco.anche io credevo che scrivere di getto volesse dire pentirsi…invece non mi pento. lo penso e l’ho pensato e tuttora non passa. quindi anch’io magari capirò qualcosa, un giorno o l’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...