Ferma ferma ferma attimo di luce

 

 

Oggi era un giorno in cui non senti la città.
Oggi era un giorno in cui l’arancione sulla strada, nel suo indefinito silenzio, si muove tra le ombre che getta, raggi, sbilenche immagini alle mie spalle.
Il rumore di un luogo, il mio schiacciare le foglie -crac crac crac – con le converse.
Alberi, neanche un filo d’aria. Non serve una città, oggi questo buco in cui abito diventa tutto quello che voglio.
Nel suo colore ambrato.
Nel suo autunno.
Annunci

7 pensieri su “Ferma ferma ferma attimo di luce

  1. quanto ti capisco…io sono il primo a celebrare l’assoluta bellezza e impagabilità dei propri "buchi"….

  2. il bello dei propri "buchi" è che li conosci e quindi, quando ti voglion sorprendere, lo fanno in maniera assoluta…
    comunque clara, wow! fantastico intervento…

  3. matteo, sì, ogni tanto risccopro il piacere di stare in un luogo isolato e campagnolo…iuri (ma chiamandoti iuri qui svelo la tua vera identità?ach…), fantastico addirittura? però tu sai bene cosa intendo, lo vedi anche tu no? quell’autunno…lofh, oh. grazie :)

  4. complimenti per il blog..è dvvero pieno di spunti interessanti..anche se ci sono arrivato cercando -boh- tra google immagini..dehehadieu

  5. lo vedo, quell’autunno. con gli occhi ben aperti…
    affascinante malinconico poetico autunno dei miei 22 anni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...