Estate innominabile

Non riesco ad uscire da questo, non posso fuggire tutto questo dolore e quest’incomunicabilità che mi serra stretta attorno ad un inutile pensiero fisso: io non posso e non voglio restare qui, dovrei arrendermi e rassegnarmi ma come? Non, non è fattibile. Io ne soffro terribilmente, io vorrei avere almeno una minima sciocca breve possibilità, io vorrei…desidero questo più di ogni altra cosa al mondo.

Cazzo io ho bisogno di stare sola ma non in una scoglionata camera tra foto di amici per cui non sento più alcuna fiducia né restare sdraiata sul divano fra sudore e briciole mi servirà mai, è un periodo sbagliato.

La massima aspirazione di questa sera è il Festivalbar con mia sorella tra i cuscini bollenti del sofà, bene, perfetto. E’ questo il fine ultimo di cui tanto parlavo e progettavo? Questa è la conclusione perfetta della mia adolescenza del cazzo? Chiudo così questi anni, la maturità, le amicizie, l’amore, ah certo, l’amore. Avevo idee e progetti ed ora cosa sono? COSA MI RESTA?

 

 

Mi fermo in bilico tra paranoica depressione e la voglia di nn essere chiusa e vittima. Ma non sono una vittima né mi comporto come tale. Sono stata tradita, delusa, derisa e adesso mi viene detto che DEVO capire, che queste vacanze – termine improprio – DEVONO esser vissute, che i “sacrifici” dell’inverno DEVONO lasciarci godere al massimo la calda estate. Ho solo una parola in risposta: fottetevi. Se questo fosse dicembre non me ne accorgerei, è squallido e inutile come qualsiasi altro mese. Non ho voglia di cene di classe, di piscina, di feste e party, non ho più voglia neanche di parlare con qualcuno perché…perché si rivela tutto inutile, totalmente privo di utilità e le persone, beh, si stufano a quanto pare. Allora Fanculo a voi che credete che si sopravviva a queste sonore botte sul sedere, Fanculo a voi che credete che io possa cambiare le sorti questa estate (cambiare cosa? Andrebbe rasa al suolo per essere cambiata, Fanculo alle pacchette sulle spalle), Fanculo alle vacanze al mare rinfacciate dai cellulari, FANCULO FANCULO FANCULO a qualunque cosa voi pensiate. Mi fa schifo essere qui e stomalestomalestomale.
Annunci

2 pensieri su “Estate innominabile

  1. cuo sono passata per caso di qui e mi sono permessa di leggere quello che hai scritto….. e ti capisco perchè anch’io provo le stesse cose….. e sono pienamente daccordo con te e con i tuoi vaffanculo…. vedo che non sono l’unica a stare male e questo mi deprime perche mi chiedo se e giusto stare cosi?…….
    un bacio e se vuoi passa a trovarmi sul mio………..
     

  2. è sempre piacevole trovare una qualche forma di conforto…anche se attraverso internet e quindi non face to face.
    beh, non so se sia giusto, non so molto a dire la verità però di certo mi sento ingabbiata in un’estate che quasi non desidero… 
    passo volentieri sul tuo blog, magari trovo spunti di riflessione interessanti!
    e comunque grazie di essere passata dal mio, puoi tornare quando ti va…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...