Ma quanto ci si rompe le palle…

Sì, certe giornate andrebbero proprio dormite (ed io penso di averlo fatto piacevolmente today ‘cause ho perso the bus and so it’s impossible for me to go to school-wooosh!avrò azzeccato un verbo su 16 però me ne fotto come al solito e proseguo con le mie insensate speculazioni semi-stronzologiche, yes). Allora, cominciamo da principio: la confusione mi ottenebra la mente e non riesco nè a concentrarmi su quei paccosi libri scolastici che, così mi dicono, vanno studiati giorno per giorno – ma chi lo fa davvero? Se qualcuno risponde sì che si faccia un esame di coscienza e si flagelli per le menzogne dette – e per leggere 100 pagine, che per me sono decisamente poche, ci impiego un’ora, se vado avanti così Verga lo finisco nel 2012 (anno in cui ripeterò la maturità fino ad esplodere…). Non ne capisco nè conosco i motivi ma credo che si possano riassumere più o meno in:
1- disperato bisogno autolesionistico di provocarsi immediata bocciatura per la semplice soddisfazione di ridere in faccia ai miei e dir loro "Ah, coglioni, chi diceva che la scuola è espressione della vita?"
2- disperato bisogno autolesionistico di fancazzare in preparazione ad una vita oppressa e deludente che non ho scelto di portare avanti ma mi è stata imposta dai doveri sociali e/o morali
 
Oppure sono particolarmente polemica e mi faccio girare gli zebedei senza alcun motivo, può essere. Ma fondamentalmente sono incazzata col mondo, l’universo, le galassie, gli dei greci egizi romani pagani cristiani musulmani e tutti quelli che girano al Tg in questi anni (volevo dire secoli perchè ormai la storia si ripete ma evito)! Il perchè di tutto ciò è nella mia ultima visione della vita: accendi la tv e vedi con sommo piacere che ci sono 4 galline che scambiano Hitler per n’attore (non mi fa ridere, non mi fa pensare, mi fa solo schifo e mi fa girare le palle) e 4 polli che mettono insieme due parole e per questo sono secchioni – vabbè, ognuno c’ha le sue disgrazie – ma poi, come se non bastasse cambio canale e trovo LA GATTA NERA che è talmente gnocca da farmi paura, credo che tutte le bambine d’Italia stiano progettando di farle ingoiare la gatta bianca e le carte e i concorrenti – non Pino Insegno che è un gran doppiatore, bella Pino! – e poi, quasi sul fondo delle mie risorse cambio ancora ed entro in classe e metto su il dvd delle FATE IGNORANTI di Ozpetek e per un bacio 18 persone urlano "Che schifo, ma basta, bleah…": ma io dico, se è un film su una coppia gay ci sarà mica un bacio tra uomo e uomo, no? Mah, di solito i gay non baciano le femmine, vabbè, anche qui si può crear dibattito. Ormai stanca e distrutta decido che è il momento di lanciarmi e decido di uscire, anche se è venerdì e no no non si fa perchè domani c’è squola, con Jacopo e Tucci ma è come uscire con un cadavere ed una donzella furiosa ed io, l’acidità in persona, non risparmio colpi a nessuno e li stronco, almeno così si parla un pò e non ci si guarda in faccia come pesci lessi – ora mi vien anche fame.
Ricapitolando: sono stressata, rilassata, confusa, sicura di me, felice, triste, pronta, impreparata, attiva, passiva, dinamica, pigra, brillante, demente e anche ora non so che razza di intervento ho postato.
 
Pace & Amen fratelli
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...